Valvola a galleggianti Athena

Valvola a galleggianti Athena

La ATHENA è una valvola a galleggiante a sede unica compensata, che mantiene automaticamente il livello costante di un serbatoio o cisterna, indipendentemente dalle variazioni di pressione a monte, e si chiude al raggiungimento del livello massimo stabilito. Grazie alla sua tecnologia esclusiva ATHENA raggiunge il massimo livello di affidabilità e prestazioni.

Valvola a galleggianti Athena

Caratteristiche costruttive e vantaggi

  • Corpo di ghisa sferoidale a tre vie, per consentire il posizionamento sia a squadra che a via diritta; sede sostituibile e pistone d’acciaio inossidabile; ghiere di scorrimento di bronzo.
  • Blocco mobile comprendente albero, otturatore, porta-guarnizione e pistone auto-pulente (brevetto CSA), innovativa tecnologia che diminuisce l’accumulo di sporcizia, riducendo la manutenzione
  • Il leverismo, d’acciaio zincato o inossidabile, è composto da due aste (una per i DN 40, 50 e 65), unite da perni e snodi, che trasmettono il movimento verticale del galleggiante all’albero di guida del blocco mobile.
  • Il galleggiante e la relativa asta sono d’acciaio inossidabile AISI 304.
  • Grazie alla sede singola compensata, la valvola garantisce grande precisione di funzionamento, e tenuta perfetta anche alle basse pressioni.
  • Il movimento dell’otturatore, in apertura e in chiusura, non è influenzato dalla pressione dell'acqua in ingresso, in questo modo sono evitati possibili fenomeni di moto vario e colpo d’ariete.

Applicazioni principali

  • Reti di distribuzione.
  • Serbatoi antincendio.
  • Sistemi d’irrigazione.
  • Ogni caso in cui è richiesta la regolazione di livello costante.

Principio di funzionamento

Installata sulla condotta di alimentazione, e comandata da un largo galleggiante d’acciaio inossidabile, la valvola regola automaticamente il riempimento del serbatoio, interrompendo il flusso di mandata quando il pelo libero dell’acqua raggiunge il livello massimo, e aprendosi, invece, quando questo scende.

Valvola chiusa
Quando il pelo libero dell’acqua raggiunge il livello massimo il galleggiante, tramite la leva, chiude l’otturatore, arrestando il flusso di mandata.

Valvola aperta
Non appena il livello dell’acqua all’interno del serbatoio scende la leva, cui il galleggiante è unito, abbassa il blocco mobile in posizione d’apertura, permettendo il flusso attraverso la valvola.

Installazione a via dritta e a squadra

Il corpo a tre vie consente l’installazione a squadra o a via dritta semplicemente spostando le leve e la flangia cieca. Le leve, normalmente allineate con l’asse della valvola, possono essere ruotate di 45 o 90° rispetto all’asse della valvola in base alle esigenze d’installazione.

Installazione della valvola a galleggiante a squadra

Funzioni accessorie

  • Dispositivo antigelo. Su richiesta, il modello Athena è munito di una presa filettata 3/8"G, in cui è possibile inserire una valvola di drenaggio, che scarichi direttamente nel serbatoio. L’apertura del drenaggio assicura, nei periodi più freddi, il flusso necessario ad evitare il congelamento dell’acqua, e conseguenti danni ai componenti interni.

Dati tecnici

Dati tecnici valvola a galleggiante Athena

Condizioni d’esercizio
Temperatura massima 70°C. Pressione massima 16 bar; valori maggiori su richiesta. Per evitare la cavitazione, Δp massimo di 6,5 bar per l’installazione a squadra, di 4,8 bar per la via dritta.

Standard
Certificazione e collaudo secondo la norma EN 1074/5. Foratura delle flange secondo EN 1092/2. Vernice epossidica blu RAL 5005 applicata a letto fluido. Modifiche a flange e verniciatura su richiesta.

Installazione

  • Accertarsi che la foratura delle flange della condotta di alimentazione corrisponda a quella della valvola Athena, e che sia possibile l’installazione in posizione orizzontale con opportuni fissaggi.
  • Devono essere previsti degli organi di intercettazione, per consentire le operazioni di manutenzione, e un filtro, per raccoglitore le impurità a monte della valvol
  • Collocare la valvola in un punto facilmente raggiungibile e tale da consentire le operazioni di manutenzione.
  • Lo sbocco dev’essere al di sopra del livello di troppo pieno onde evitare possibili riflussi
  • In caso di alti Δp di funzionamento raccomandiamo l’utilizzo di un riduttore ad azione diretta CSA VRCD, per evitare possibili danni legati al fenomeno della cavitazione.

Perdite di carico – Installazione a squadra
Il coefficiente Kv rappresenta la portata che produce una perdita di carico di 1 bar nella valvola completamente aperta.

Perdite di carico – Installazione a via diritta
Il coefficiente Kv rappresenta la portata che produce una perdita di carico di 1 bar nella valvola completamente aperta.

Dimensioni e pesi

Dimensioni e pesi valvola galleggiante Athena (Schema)

Diagramma apertura valvola-Kv

Il grafico seguente riporta il Kv della valvola Athena in relazione alla corsa dell’otturatore (entrambi i valori sono espressi in percentuale).

Portate consigliate

Le tabelle seguenti indicano le portate consigliate per il corretto utilizzo delle valvole a galleggiante.

Athena – posizionamento a squadra

Athena – posizionamento a via diritta

Portate consigliate Athena - posizionamento a via diritta

Diagramma della cavitazione - Posizionamento a squadra

Il grafico seguente riporta la velocità massima consigliata, in rapporto alla percentuale d’apertura della valvola, per evitare la cavitazione.

Diagramma della cavitazione - Posizionamento a squadra

Diagramma della cavitazione - Posizionamento a via diritta

Il grafico seguente riporta la  velocità massima consigliata, in rapporto alla percentuale d’apertura della valvola, per evitare la cavitazione.

Diagramma della cavitazione - Posizionamento a via diritta

Commenti chiusi